Poeta, capitano social che resiste a ogni tempesta

L’epilogo imprevedibile della stagione, con il finale drammatico per l’Auxilium, non ha scalfito l’immagine positiva conquistata dal capitano Peppe Poeta in tre stagioni di appartenenza gialloblù. Il capitano dell’ex Fiat Torino è stato uno dei principali artefici della salvezza conquistata sul campo dalla squadra allenata da Paolo Galbiati e Stefano Comazzi, con il suo lavoro di fondamentale supporto fuori dal campo oltre che nelle partite.

In un’annata tremenda, vissuta in mezzo a mille disavventure, Poeta è sempre stato un punto di riferimento irrinunciabile: per i giocatori americani che – alla luce delle difficoltà societarie – hanno continuato ad allenarsi a pieno ritmo nelle sedute quotidiane in palestra e non hanno smesso di sentirsi squadra neppure a fronte di stipendi non pagati. Per i tifosi che nel play della squadra di Torino hanno visto il depositario della stessa passione, l’uomo immagine con cui condividere gli stessi sentimenti. Poeta ha sempre svolto un lavoro dietro le quinte, a supporto dei tecnici e anche dei dirigenti. Incassando puntualmente applausi e cori. Dalla conquista storica della Coppa Italia a questi giorni così difficili.

Lui ha ricambiato ogni dimostrazione d’affetto con piccoli e grandi gesti, a cominciare dallo slogan lanciato sui social alla vigilia della partita di chiusura del campionato, quella giocata contro Pesaro che nelle aspettative avrebbe dovuto assicurare all’Auxilium la salvezza e che invece – dopo la penalizzazione di 8 punti comminata dalla Fip dopo i problemi con Comtec – è diventata una recita triste, un ultimo saluto alla città e alla gente, in attesa di nuove rivelazioni per il futuro. “The Last Dance”, l’ha definita il capitano, scrivendo una frase che è diventata emblematica per l’esito stesso della stagione gialloblù: «Ci hanno tolto tutto, ma nessuno potrà toglierci il tempo che abbiamo ballato».

[smiling_video id=”82481″]


[/smiling_video]

Presentazione Professione Influencer con Alessandro Veroli

Influencer, da passione a professione

Influencer è una di quelle parole entrate di diritto nel vocabolario di tutti i giorni. Non solo di quello degli esperti di social network. Tanto da diventare un vero e proprio lavoro. Anzi, una professione. Proprio come recita il titolo del libro (“Professione Influencer”, appunto), scritto dal giornalista Lino Garbellini, edito da Tecniche Nuove e presentato ieri a Torino, in un incontro a cui SportSuite non poteva mancare. Rappresentata da Alessandro Veroli che ha vestito i panni del mediatore.

Un momento della presentazione di professione influencer

 

Un incontro, tenutosi presso la libreria Paravia, in cui si è parlato a lungo di questa nuova figura di influencer. Incarnata alla perfezione da Chiara Ferragni e a cui molti stanno provando ad avvicinarsi. Spesso senza conoscerne le basi.

Chiara Ferragni, ma non solo. Emblematico il caso del noto youtuber Fabio Rovazzi, diventato testimonial della Fiat Panda dopo averne fatto un tormentone nella sua canzone “Andiamo a comandare”. Un case history raccontato da Davide D’Amico dell’ufficio stampa FCA.

i relatori alla presentazione di professione influencer

O come quello di Giorgio Chiellini, di cui Alessandro Veroli ha raccontato il ruolo di precursore nel mondo dei social. Di cui ancora oggi è uno degli sportivi italiani con più follower sui vari canali ufficiali.

la copertina del libro Professione Influencer

Per chi vuole saperne di più su questa nuova figura, “Professione Influencer” di Lino Garbellini rappresenta una guida affidabile. Oltre che una piacevole lettura.

 

Si amplia il roster atleti di SportSuite

SportSuite va a canestro. L’elenco dei clienti della nostra agenzia si è allungato… con un’intera squadra di basket! Da oggi, 8 simboli della pallacanestro italiana verranno seguiti sotto il profilo marketing sponsor. Si tratta di Luca e Michele Vitali del Basket Brescia Leonessa, Alessandro Gentile, Stefano Gentile e Pietro Aradori della Virtus Bologna, Davide Pascolo e Andrea Cinciarini dell’Olimpia Milano, oltre a Vincenzo Esposito tecnico del Pistoia Basket.

Per SportSuite non si tratta di un esordio nel basket. Tra i nostri clienti fanno già parte anche Giuseppe Poeta, Gigi Datome e Nicolò Melli.

Diamo a tutti il nostro benvenuto nella squadra di SportSuite.

 

Gli hashtag ufficiali della Serie B ConTe.it 2016-2017

Dato l’imminente inizio della Serie B ConTe.it 2016-17, sono stati ufficializzati gli hashtag delle squadre che da stasera scenderanno in campo e dei relativi match.

Tra le tante novità in ambito social, la Lega B, in collaborazione con SportSuite, ha creato un hashtag ufficiale per ogni partita del torneo, attraverso il quale sarà possibile seguire le gare e poter esprimere il proprio parere su Twitter, Facebook e Instagram già dal prepartita fino alla fine della giornata calcistica.

Calendario

Questa novità è volta al massimo utilizzo di tutti gli strumenti che il mondo dei social media mette a disposizione degli utenti: sfruttando le canalizzazioni degli hashtag ufficiali sarà così possibile creare delle vere e proprie finestre di dialogo e confronto intorno alle partite.
Un bel modo per unificare ulteriormente le voci di tutti i tifosi ed appassionati di questo campionato.

Festa della Mamma

Con l’idea di una maggior comunicazione abbiamo iniziato a stimolare i nostri clienti con idee

Leicester campione d’Inghilterra

Una favola calcistica, un successo inaspettato: il Leicester campione d’Inghilterra è sicuramente una notizia incredibile per tutti gli appassionati di calcio e per gli “addetti ai lavori”. Per gli italiani è anche motivo d’orgoglio, visto che l’allenatore di questa squadra inglese, che mediamente lottava per la salvezza, è un certo Mister Claudio Ranieri, ex allenatore di diverse squadre italiane di altissimo livello.

Questa magnifica vittoria ha appassionato anche alcuni atleti italiani, in particolare quelli che con Ranieri hanno avuto e hanno ancora un rapporto.

Tra di loro, sicuramente il primo è stato Gianluigi Buffon, che, dopo essersi complimentato già per l’accesso diretto alle gare europee, ha voluto ribadire sui suoi canali social il suo attestato di stima alla società ed all’allenatore:

Buffon

 

Anche Giorgio Chiellini ha seguito la favola del Leicester:

Chiellini

 

Bonucci ha scelto di utilizzare un canale di comunicazione veloce ed immediato come Twitter:

Bonucci

 

Luca Marrone si è affidato ad un noto slogan:

Marrone

 

Angelo Ogbonna, che da questa stagione gioca in Premier League, ha incontrato il Leicester e per l’occasione ha scelto di complimentarsi con la rivale:

 

Ogbonna

 

Anche Paolo De Ceglie, che è stato allenato da Ranieri alla Juventus, ha voluto applaudire i campioni d’Inghilterra:

De Ceglie

 

Infine Giuseppe Rossi, che in Premier League ci ha giocato e che ebbe in Mister Ranieri il suo primo allenatore italiano, al Parma:
Rossi

L’addio al basket giocato di Kobe Bryant

Il 13 aprile 2016 Kobe Bryant, incredibile giocatore dei Lakers in Nba, ha giocato la sua ultima partita da professionista, entrando in una nuova fase della sua vita.

Vista l’importanza dell’evento e, soprattutto, vista la passione di alcuni giocatori di calcio per il basket e l’ Nba, abbiamo voluto creare dei post personali in tributo a questo grande atleta.

 

Giorgio Chiellini ha così riassunto il suo pensiero:

Chiellini

Anche Paolo De Ceglie, appassionatissimo di Nba, ha voluto applaudire un campione come Bryant:

De Ceglie

Infine Giuseppe Rossi, che, oltre ad aver vissuto per molti anni negli Stati Uniti, conosce molto bene Kobe:

Giuseppe Rossi

Il record di imbattibilità di Gianluigi Buffon

Gianluigi Buffon, al 3° minuto di Torino-Juventus, valevole per la 30° giornata di Serie A 2015-2016, è riuscito a diventare il record man italiano per minuti senza subire reti. Il precedente detentore del titolo è Sebastiano Rossi, che nel 1993 riuscì a tenere la porta del Milan inviolata per ben 929’.

SportSuite ha scelto, di comune accordo con il capitano e portiere della Juventus, di celebrare questo momento in live, con un post/tweet andato online proprio allo scoccare del record raggiunto.

Record Buffon

Nel prosieguo della partita Buffon ha subito gol, il rigore trasformato da Belotti, bloccando così a propria striscia positiva a 973’.
Questo traguardo non è frutto solo delle grandi e note doti del portiere ma anche grazie a tutti gli altri componenti della squadra, in quanto “gli attaccanti sono i primi difensori della squadra”.

Ecco che quindi è stato fatto un ringraziamento personale ad ognuno dei componenti della Juventus:

Ringraziamento

Questo traguardo è stato anche l’occasione per scrivere, da parte del numero 1 bianconero, una ode alla sua più stretta “compagna di gioco”: la porta.

Ode alla porta

Per SportSuite è stato, anche in questo caso, un onore affiancare un atleta in un momento così forte ed emozionante.

Gazzetta 1Gazzetta 2

20 anni dall’esordio in serie A – Gianluigi Buffon

Per celebrare degnamente i 20 anni dall’esordio in serie A di Gianluigi Buffon, numero 1 e capitano della Juventus e della Nazionale italiana, SportSuite ha voluto immaginare qualcosa di nuovo e particolare.

I record di questo calciatore sono stati tantissimi e sicuramente altri verranno conquistati, ma abbiamo voluto realizzare una attività straordinaria ed inusuale, continuando la strada iniziata lo scorso anno, con il #Buffon500 – le prime 500 presenze in bianconero di Gianluigi.

Per evitare dispersioni e dare il giusto peso a questa attività abbiamo scelto di porla in essere, a livello comunicativo sui social media, solo su Facebook, piattaforma che ci avrebbe consentito una maggior interazione con i tifosi ed una argomentazione più completa di quello che saremmo andati a creare.

Questa attività straordinaria è stata immaginata come un viaggio nel tempo, immaginandoci cosa il nostro Gigi avrebbe fatto se, in quel novembre 1995, fosse stato un giovane a contatto con i social media: quali emozioni avrebbe trasmesso e come avrebbe raccontato l’avvicinamento – peraltro inaspettato – al suo grande esordio in serie A con la maglia del Parma.

Oltre a creare una grafica, postata su tutti i social del nostro atleta, in modo che canalizzasse l’attenzione di tutti i tifosi sulla pagina ufficiale di Buffon su Facebook, abbiamo deciso di rivisitare il logo: abbiamo riportato intorno all’#1 tutte le date di tutte le partite disputate da Gigi in campionato dall’esordio ai giorni nostri.

Viaggio nel tempo

Anche le immagini di copertina e di profilo sono state riviste, scegliendo foto che riportassero al 1995 e a questo straordinario viaggio nel tempo.
Viaggio 2 Viaggio3
Oltre alla ricostruzione della vita di tutti i giorni del portiere in quell’anno, ci siamo impegnati nel reperimento delle foto del tempo: per questo dobbiamo ringraziare molto alcuni fotografi che già allora seguivano la serie A e che si sono dimostrati disponibili nel collaborare con noi.

Viaggio 4

 

Quello che più interessa oggi, come allora, ad un tifoso è l’insieme delle curiosità sugli atleti: abbiamo pensato ai gusti musicali di Buffon e abbiamo provato a farli coincidere con quelli del periodo, per vedere cosa avrebbe potuto ascoltare un giovane in quel momento.

Viaggio5

 

La realtà è andata oltre le aspettative perchè diversi tifosi e appassionati di calcio sono “saliti a bordo” di questo viaggio: a Buffon sono arrivati diversi commenti di incitamento e contenenti consigli di “calciomercato”. Proprio quello che volevamo leggere!
Viaggio 6

Viaggio 7 Viaggio8

Dopo due giorni di attività siamo entrati nel vivo della campagna, con la prima importante notizia: la convocazione di Mister Scala per la partita contro il Milan di Capello.
viaggio9

Grazie ad una collaborazione importante con la famiglia di Buffon ed una visione strategica d’insieme siamo riusciti a fotografare la maglia che effettivamente Gianluigi ha indossato nel suo esordio e che è stata esposta al Juventus Museum. La tendenza dei selfie ha completato l’opera di avvicinamento all’evento.

Viaggio10

 

Come oggi, anche allora Buffon avrebbe lasciato un suo commento in seguito alla partita: noi abbiamo immaginato cosa avrebbe detto ai suoi tifosi, riportando in seguito anche quello che realmente disse in una ormai famosa intervista televisiva.

Viaggio11 viaggio12

A seguito di questo evento abbiamo voluto pubblicare non solo le foto della partita ma anche il tabellino e la prima pagina di un noto giornale sportivo che celebrava proprio l’esordio di Buffon.

viaggio 13 viaggio14

Dato che proprio nel weekend dell’anniversario dei venti anni si gioca Juventus-Milan, abbiamo chiesto a Buffon, contestualmente alla consegna della fascia personalizzata per l’evento, un pensiero a chiusura di questo fantastico viaggio nel tempo.

viaggio 15